Home Statuto

Calendario Attività

Ultimo mese Luglio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5 6 7
week 28 8 9 10 11 12 13 14
week 29 15 16 17 18 19 20 21
week 30 22 23 24 25 26 27 28
week 31 29 30 31
Ultimo mese Agosto 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2 3 4
week 32 5 6 7 8 9 10 11
week 33 12 13 14 15 16 17 18
week 34 19 20 21 22 23 24 25
week 35 26 27 28 29 30 31

logo Progetto POI

Logo Gaia

Logo Cosmoauti

banner arci

con il contributo della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

Logo Regione autonoma Friuli Venezia giulia

con il contributo della

logo Provincia di Udine

con il sostegno del Comune di Udine - Assessorato al Decentramento

Logo Comune di Udine

Statuto del Circolo Culturale e Ricreativo Nuovi Orizzonti - TITOLO II - Associati PDF Stampa Email
Questo articolo è stato letto 8557 volte
Sabato 27 Dicembre 2008 23:13
Indice
Statuto del Circolo Culturale e Ricreativo Nuovi Orizzonti
TITOLO I - Principi, Finalità, Settori d’iniziativa e d’intervento
TITOLO II - Associati
TITOLO III - Organi dirigenti
TITOLO IV - Organi di Garanzia e Controllo
TITOLO V - Democrazia e partecipazione
TITOLO VI - Patrimonio - Risorse - Amministrazione
TITOLO VII - Norme finali e transitorie
Tutte le pagine

TITOLO II - Associati

Art. 4 - Adesione

Possono aderire al Circolo le persone fisiche e giuridiche, gli enti e le associazioni, che riconoscono ed accettano le regole del presente statuto, nelle sue varie articolazioni. I minori di 18 anni possono assumere la qualifica di Socio previo consenso dei genitori o tutori e comunque non godono dei diritti di voto in Assemblea.

Lo status di Socio, una volta acquisito, ha carattere permanente e può venir meno solo nei casi previsti dal successivo articolo 7. Non sono pertanto ammesse iscrizioni temporanee, limitative dei diritti e doveri dei soci, e/o strumentalmente connesse a singole attività.

Gli aspiranti Soci devono presentare domanda al Consiglio direttivo, fornendo il proprio nome e cognome, indirizzo, luogo e data di nascita, unitamente alla dichiarazione di accettare ed attenersi allo Statuto, ai Regolamenti interni, alle deliberazioni degli Organi dirigenti. Le persone giuridiche e gli enti senza personalità giuridica propongono la domanda d’adesione per mezzo del proprio rappresentante legale.

Tutti i dati personali raccolti saranno soggetti alle norme sulla riservatezza ed impiegati per le sole finalità del Circolo, nel rispetto delle norme stabilite dal D.Lgs. 30/6/2003, n. 196.

È compito del Consiglio direttivo, ovvero del Comitato Esecutivo, se a ciò delegato dal Consiglio direttivo medesimo, esaminare ed esprimersi, deliberando in merito alle domande d’ammissione, verificando che gli aspiranti Soci siano in possesso dei requisiti previsti. Qualora la domanda sia accettata, al nuovo Socio è consegnata la tessera associativa dell’ARCI, indicante l’appartenenza al “Circolo Culturale e Ricreativo Nuovi Orizzonti”, e il suo nominativo, con i relativi dati anagrafici, sarà annotato nel libro dei Soci.

A seguito d’accettazione il Socio diventa titolare di diritti e doveri nei confronti del Circolo e dell’Associazione nazionale cui esso aderisce.

Nel caso la domanda sia respinta l’interessato potrà presentare ricorso al Consiglio dei Garanti, se nominato; in sua assenza deciderà in via definitiva la prima Assemblea dei Soci.

Le somme versate per le quote sociali non sono rimborsabili né rivalutabili.

Le quote o contributi associativi non sono trasmissibili.

Art. 5 - Limiti associativi

I Soci sono i principali soggetti dell’iniziativa associativa e politica del Circolo. La loro adesione è subordinata all’accettazione di quelle norme e principi inderogabili che sono il fondamento sia etico sia giuridico del Circolo stesso, quali: l’assenza di fini di lucro, i principi di democrazia e di uguaglianza, la partecipazione e la collegialità, la trasparenza amministrativa, la titolarità di diritti sostanziali per tutti gli associati.

Art. 6 - Diritti e doveri dei Soci

Gli associati hanno diritto a:

  • frequentare i locali del Circolo;
  • concorrere all’elaborazione del programma e partecipare alle iniziative e attività promosse;
  • approvare i bilanci consuntivi e preventivi;
  • eleggere gli Organi dirigenti, di Controllo, ed essere eletti negli stessi, e l’Organo di Garanzia.

Ai Soci sono garantiti, in ogni caso, con forme e procedure regolamentate, quei diritti d’accesso e di partecipazione comuni a tutti gli associati, in accordo con i principi istituzionali dell’Associazione e in armonia con la legislazione vigente.
Gli associati sono tenuti a:

  • osservare lo statuto, i regolamenti, le delibere degli Organi dell’Associazione;
  • effettuare il pagamento delle quote annuali, contestualmente all’iscrizione al Circolo per il primo anno, ed annualmente per i successivi. Il valore dei contributi associativi annuali può variare di anno in anno; il relativo importo è determinato dal Consiglio direttivo. La quota associativa rappresenta un versamento periodico obbligatorio a sostegno economico del Circolo e non costituisce, pertanto, titolo di proprietà o di partecipazione; non dà luogo a proventi, non è rimborsabile né trasmissibile;
  • rimettere la risoluzione di eventuali controversie all’Organo di Garanzia.

Art. 7 - Perdita della qualifica di Socio

La perdita della qualifica di Socio avviene per:

  • dimissioni, che devono essere presentate per iscritto al Consiglio direttivo;
  • mancato pagamento della quota associativa;
  • dichiarazione di esclusione divenuta definitiva a seguito di condotta riprovevole;
  • perdita di qualcuno dei requisiti in base ai quali è avvenuta l’ammissione;
  • inosservanza delle disposizioni dello statuto, di eventuali regolamenti o delle deliberazioni degli Organi dirigenti, di controllo o di garanzia del Circolo;
  • appropriazione indebita di fondi sociali, di atti, di documenti od altro di proprietà del Circolo;
  • danni dolosi materiali o morali al Circolo, ai locali, alle attrezzature. Gli eventuali danni dovranno comunque essere risarciti;
  • decesso.

Contro ogni provvedimento di sospensione, espulsione o radiazione, il Socio può ricorrere, entro 30 giorni da quello in cui gli è comunicato il provvedimento, al Consiglio dei Garanti, se nominato; in assenza di detto organo deciderà in via definitiva la prima Assemblea dei Soci.



Ultimo aggiornamento Martedì 28 Aprile 2015 12:10