Home Cultura

Calendario Attività

Ultimo mese Agosto 2020 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2
week 32 3 4 5 6 7 8 9
week 33 10 11 12 13 14 15 16
week 34 17 18 19 20 21 22 23
week 35 24 25 26 27 28 29 30
week 36 31

logo Progetto POI

Logo Gaia

Logo Cosmoauti

banner arci

con il contributo della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

Logo Regione autonoma Friuli Venezia giulia

con il sostegno del Comune di Udine - Assessorato al Decentramento

Logo Comune di Udine

con la sponsorizzazione di

logo Bluenergy

Cultura
La Moneta e l'Uomo PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Mercoledì 03 Marzo 2010 00:52

Cos'è il denaro? Cos'è il debito pubblico? Tasse ed imposte: perchè? Crisi economiche: cause e soluzioni. Perchè le banche "creano" denaro dal nulla e lo prestano? Moneta, Debito pubblico e privato, Signoraggio, Riserva frazionaria, Crisi economiche, Tasse ed imposte, Soluzioni, Sovranità Monetaria. SCEC e Moneta Complementare.

Interverrà il presidente di Arcipelagofriuli.

LA MONETA E L'UOMO

Sabato 6 Marzo 2010, ore 17.30, presso la sede del "Libero Atletico Rizzi Calcio", Via delle Scuole 15, loc. Rizzi - Udine.

A seguire, dibattito sui temi proposti.

Al termine dell'intervento sarà offerto un rinfresco a tutti i partecipanti.

 
Cos'è per me ...POESIA PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Venerdì 12 Febbraio 2010 01:00

Poesia scritta in occasione della presentazione del libro "Confidar a mari e venti" presso la sede del Circolo Culturale e Ricreativo Nuovi Orizzonti.

12 Febbraio 2010

 

Inizio con un non banale pretesto,
mio fratello, per dare un senso a questo testo
e dare un senso al palinsesto
messo in piedi e da tutto il resto
che con voi tutti abbiamo condiviso,
sperando abbia regalato un sorriso,
e fatto pensare anche in modo deciso
sulle cose che abbiamo sentito e spero inciso
 
sulla nostra memoria insieme a questa esperienza.
Di certo non è una constatazione azzardata
dire che per me di stasera questa vostra aderenza
è una delle cose più belle che mi sia stata regalata.
Ringrazio per primo l'associazione
Nuovi Orizzonti che mi ha dato l'occasione
di poter contribuire con qualcosa di mio
a passare un ora col vostro tempo, per me premio.
 
Ringrazio I Crotali Jazz Quartet e Maria Moreale
che con la loro musica ci hanno accompagnato
questa serata in modo quasi surreale.
Ringrazio Chiara Bettuzzi che ai testi ha dato
la musicabilità rendendoli ancora più belli
di quanto io scrivendoli abbia immaginato,
entrambi musica e voce posso dire siete ... gioielli
che alla serata tanti colori vivaci avete dato.
 
Ringrazio chi vicino mi è sempre stato,
chi ha fatto in modo che qui io possa esserci adesso,
chi è riuscito a dare alla mia vita un senso e ... fascino,
essendo io si persona malinconica ma non depresso.
Ringrazio chi non ha voglia di essere menzionato
perché ha più paura di me d'esser osservato
o perché non ha voglia d'essere giudicato,
ma sappiate che non riuscirò a rendere ciò che mi avete dato.
 
Ringrazio mia madre perché senza lei
ovviamente direte voi non sarei qui in questa stanza,
ma soprattutto perché sempre tu ci sei
in tutte le cose che hanno importanza.
Ringrazio te che sei ogni giorno al mio fianco
non dico il tuo nome ma certo si intuisce.
Ti ringrazio di stare vicino a me uomo nato stanco
ma che tu sproni con la tua vivacità che mi colpisce.
Ringrazio Victor, mio fratello, insieme considerati matti
che ha contribuito a fare in modo che tutto accada,
che sprona non a parole ma a costanti gesti e fatti
perché sa che siamo noi artefici della nostra strada.
Ringrazio mio padre perché la sua lunga assenza,
e lo sanno quelli che mi conoscono abbastanza bene,
ha contribuito nel bene e nel male alla mia presenza
qui ora, in un modo che solo a me conviene.
 
Ringrazio tutti voi qui presenti questa sera
per dare un senso a tutto quel che è stato visto
perché la poesia non è solo scritta e come stasera
letta e accompagnata in modo divino come previsto,
ma è tra le cose che ogni giorno ci succedono
tra le cose che non riusciamo a vedere
perché occupati a non osservare o in abbandono
dei nostri sensi che ci sembra più di non avere.
 
Io per primo descrivo troppe cose tristi, forse tante
ma spero quelle belle di riuscire a viverle.
Racconto quel che vedo o quel che a me è circostante
trasformandole con parole in immagini per non perderle.
Per cui sappiate che da parte mia le cose belle
non riesco a scriverne molte essendo poeta maledetto
a detto di persone che mi conoscono bene sotto pelle
ma a cui chiedo scusa se poco di loro ho scritto.
 
Finisco parlando della gioia che provo adesso
vedendo tante persone qui, non mi capiterà spesso
e indico come per provocare con il dito alzato
imitando te bambina che alla vita sorride è non in modo forzato
ultimo ripeto lo dico in questa stanza,
e non per ordine di importanza
beh, sei tu Veronica nipote mia
sei tu l'ultima bellissima poesia.
 
 
 
Roberto Tosoratti

 

 
Confidar a mari e venti PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Lunedì 25 Gennaio 2010 01:00

Il "Gruppo iniziative culturali" del Circolo presenta il libro:

CONFIDAR A MARI E VENTI

Venerdì 12 febbraio 2010, ore 20.15

Presso la sede del Circolo, in via Brescia 3, loc. Rizzi – Udine

Verrà presentato il libro di Roberto Tosoratti "Confidar a mari e venti", pubblicato da Aletti Editore. Accompagnamento musicale del Crotali Jazz Quartet e Maria Moreale. Letture di Chiara Bettuzzi.

La serata si concluderà con un ricco rinfresco offerto dall’Autore e dal Circolo.

Ingresso libero.

 
Quale energia per il futuro? PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Venerdì 22 Gennaio 2010 20:20

Il Circolo Culturale e Ricreativo Nuovi Orizzonti in collaborazione con Circolo Legambiente di Udine, Agenzia Provinciale per l'Energia di Udine, Coop Consumatori Nordest e Parrocchia dei Rizzi, organizza un INCONTRO PUBBLICO:

QUALE ENERGIA PER IL FUTURO?

Giovedì 28 gennaio 2010, ore 20.30

Presso la sede del Circolo, Via Brescia 3, Rizzi – Udine

 

Presentazione: Marino Visintini, presidente del Circolo Legambiente di Udine.

Interventi: Mirco Rossi - presentazione del libro "Energia e futuro: le opportunità del declino"; Stefano Pagani ­ (Agenzia Provinciale per l¹Energia di Udine) - "Opportunità per passare dalle parole ai fatti".

Seguirà dibattito.

I combustibili fossili e l¹uranio sono presenti in quantità finita sulla terra. La sfida vera che l'uomo ha di fronte non si ferma alla "compatibilità ambientale" ma si colloca al livello più alto della "compatibilità energetica". Ridurre l'estrazione e l'impiego dei combustibili fossili, sviluppare quanto più possibile tutte le fonti energetiche rinnovabili e procedere alla graduale ma decisa riduzione del consumo di energia, iniziando forse la più difficile delle transizioni verso il superamento della civiltà dei consumi.

Sarà disponibile materiale divulgativo sulle buone pratiche dei cittadini in materia di rifiuti, energia e mobilità.

Per informazioni:  Circolo Legambiente Udine, via Brescia 3, Rizzi Udine

Tel. 0432 402 934 / Cell. 389 806 6350

 
Il diario di Anna Frank PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Mercoledì 20 Gennaio 2010 21:25

Il Circolo Culturale e Ricreativo Nuovi Orizzonti in collaborazione con l'A.N.E.D. Associazione Ex Deportati Politici, in occasione del "Giorno della Memoria", presenta la proiezione del film:

IL DIARIO DI ANNA FRANK

del 1959, diretto da George Stevens, presentato in concorso al 12° Festival di Cannes, vincitore di tre Premi Oscar.

Mercoledì 27 gennaio 2009, ore 20.30

Presso la sede del Circolo, Via Brescia 3, Rizzi – Udine

Sarà presente una mostra fotografica sui Campi di Concentramento, a cura dell'A.N.E.D.

A disposizione volumi del Banco Lib(e)ro sull'argomento.

Ingresso libero.

 
The Age of Stupid PDF Stampa Email
Mercoledì 09 Dicembre 2009 20:12

Sabato 12 dicembre 2009, alle ore 20.25 presso il Circolo Nuovi Orizzonti, in collaborazione con WWF FVG, verrà proiettato il film THE AGE OF STUPID, ‘manifesto’ sui cambiamenti climatici, sostenuto da WWF e Greenpeace per il suo messaggio coinvolgente in vista del Summit sul clima, in corso a Copenaghen

2055. Las Vegas è inglobata nel deserto, Londra brucia, i ghiacci polari si stanno sciogliendo. La vita è concentrata in un grattacielo fantascientifico piantato nell’artico, dove il protagonista del film mostra il suo archivio che racconta una catastrofe climatica a lungo prevista ma mai fermata: «La specie umana non è l’unica ad aver distrutto il suo ambiente, ma è l’unica ad averlo fatto consapevolmente: perché?» Comincia così The Age of Stupid, il documentario di Franny Armstrong.

 

Il film è una produzione costata solo mezzo milione di euro e finanziata da 223 individui e gruppi preoccupati per il caos climatico. L’evento punta ad essere la première più vista nella storia del cinema grazie alla tecnologia satellitare che consente due vantaggi: trasmettere in alta definizione in contemporanea e risparmiare emissioni di anidride carbonica sulla produzione di pellicole e sulla distribuzione. E’ stato calcolato che questa anteprima costerà solo un centesimo dei gas serra che sarebbero stati prodotti da una normale promozione mondiale di un film.

Un’organizzazione tecnica in linea con i contenuti di un film che racconta i disastri climatici ma non si limita a una lettura retorica dei fatti. Due delle storie chiave del film sono scomode. La prima racconta il tentativo di un industriale indiano di lottare contro i limiti imposti dalla povertà creando una compagnia di voli low cost: low cost per chi compra, non per chi subisce gli effetti dei gas serra. La seconda è la battaglia di un industriale ecologista inglese che tenta di installare un impianto eolico e viene fermato da altri ambientalisti che tra la difesa dell’atmosfera e quella del paesaggio scelgono il paesaggio, o, per meglio dire, il paesaggio vicino a loro. (Fonte: WWF Fvg)

 
Il coraggio di educare PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Venerdì 23 Ottobre 2009 19:37

Il "Gruppo iniziative culturali" del Circolo e la Parrocchia dei Rizzi, in collaborazione con la 2^ Circoscrizione "Rizzi - S. Domenico - Cormor - S. Rocco", presentano:

IL CORAGGIO DI EDUCARE

Il ruolo della comunicazione nel rapporto genitori e figli

relatore: dott. Ezio Aceti

introduzione: don Giuseppe Faccin

12 Dicembre 2009 ‐ ore 17.00
Auditorium Scuola Media G.B. Tiepolo, Via del Pioppo 55 - Udine

 

La comunicazione nella famiglia è basata sul dialogo, l'ascolto e l'attenzione, elementi fondamentali per la crescita, lo sviluppo e la maturità dei figli.

In primo luogo bisogna essere consapevoli che per comunicare efficacemente è importante partire da una dimensione di ascolto, prestando attenzione alle emozioni e alle opinioni che i figli possono esprimere. Ed è, questa, una modalità di comunicazione che va costruita quotidianamente, con pazienza e attenzione, cominciando dai primi scambi verbali e non verbali.

Ma una fase dello sviluppo che mette a dura prova la comunicazione fra genitori e figli è la fase adolescenziale. La conflittualità tra i bisogni di autonomia e di protezione dell'adolescente possono esprimersi all'interno della famiglia attraverso nuove e diverse forme di comunicazione come silenzi, aggressività verbale, aumento dei conflitti, provocazioni nel modo di vestire e di atteggiarsi, nel rapporto con il cibo, nella modalità di gestire gli spazi personali.

Molto spesso i genitori sono impreparati a gestire tale tipo di conflittualità e si trovano disorientati. La comunicazione fra genitori e figli può, quindi, diventare difficile; i genitori possono sentirsi insicuri, poco informati e i figli possono sentirsi incompresi, non ascoltati, e non trovare argomenti da condividere con i genitori.

Sappiamo, inoltre, che non sempre è facile gestire rapporti di comunicazione così delicati in modo equilibrato e positivo. I motivi di tale mancanza sono vari, spesso perché i genitori sono presi da ritmi di lavoro frenetici, ma anche perché mancano le conoscenze di base sull'argomento che potrebbero rivelarsi utili in situazioni così difficili.

Proprio per dare informazioni e consigli alle famiglie, ma anche agli operatori della scuola, ai giovani e a tutta la cittadinanza, il Circolo Culturale e Ricreativo Nuovi Orizzonti e la Parrocchia dei Rizzi, propongono di organizzare una serata che porrà al centro dell'attenzione questi argomenti, incontrando il dott. EZIO ACETI.

Leggi tutto...
 
Gioventù d'asfalto [libro_live] PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Venerdì 23 Ottobre 2009 19:18

Il "Gruppo iniziative culturali" del Circolo e la Libreria Friuli presentano:

GIOVENTÙ D'ASFALTO - Parole e canzoni per raccontare i figli del Nordest

 

Sabato 21 novembre 2009 ­

ore 18:00, UDINE - Libreria FRIULI, Via dei Rizzani, 1/3

Letture dal libro di Massimiliano Santarossa e canzoni di Simone Piva

 

Uno spettacolo di parole e musica.

Uno scrittore e un cantante narrano i figli del moderno Nordest.
"Gioventù d’asfalto" racconta i ragazzi delle nostre regioni, Friuli e Veneto. Narra la gioventù post-moderna, una generazione incatenata alle proprie origini d’asfalto, cemento, acciaio e ruggine.

Racconti e canzoni che danno vita a volti, anime, avventure e storie mai narrate. Tra le righe si può ascoltare la voce, la rabbia e i sogni dei ragazzi di ieri e di oggi.

Per la prima volta, uno spettacolo racconta con coraggio i figli del Nordest.

Dopo lo spettacolo Massimiliano Santarossa parlerà del libro e risponderà alle domande del pubblico.


gli autori:

Massimiliano Santarossa, scrittore ed editor pordenonese. 35 anni.

Autore dei libri "Storie dal fondo" (2007) e "Gioventù d'asfalto" (2009), entrambi editi da Edizioni Biblioteca dell'Immagine. Ha vinto il Premio Letterario Parole Contro nel 2008 e il Premio Letterario Nazionale Tracce di Territorio nel 2009. Suoi racconti vengono rappresentati a teatro, e pubblicati in diverse riviste letterarie nazionali, antologie e quotidiani. È’ considerato uno dei giovani scrittori italiani più promettenti.

Simone Piva, cantautore rock friulano. 32 anni.

Dal 1999 al 2005 ha suonato e cantato con la band ‘Vertigine’. Ha partecipato alle trasmissione Help e Roxy Bar di Red Ronnie. Ha suonato ad Arezzo Wave e vari festival. Ha inciso i dischi Crisi Isterika (2000); Vertigine (2001); La Nostra Gioventù (2003). Dal 2008 suona nella band "Simone Piva & i ViolaVelluto". Hanno inciso il disco "Trattato Postumo di una sbornia" (2009). E’ il protagonista del film documentario ‘Fronte del rock’ di Massimo Garlati-Costa, premio al M.E.I (meeting etichette indipendenti).

 
Il Signoraggio. Taciuta, anche la più lampante delle verità perde ogni diritto all'esistenza PDF Stampa Email
Venerdì 29 Maggio 2009 17:23

signoraggio"Siamo senza soldi!", "Il debito pubblico aumenta!" continuano a ripeterci in maniera ossessiva economisti e politici (col benestare dei media), dimenticandosi di dirci però verso chi siamo indebitati e per cosa.

Tutte queste fonti infatti tacciono sull'origine della crisi attuale: il sistema monetario e bancario. Da centinaia di anni gli Stati hanno lasciato in concessione il potere di battere moneta ad un consorzio privato ed indipendente, cioè il sistema bancario. Oggi le banche centrali, anziché stampare nella giusta quantità il denaro da mettere in circolazione, lo prestano con interesse agli Stati. Perciò noi lavoriamo per avere in mano dei pezzi di carta non nostri, creati dal nulla senza nessuna copertura di oro o beni/servizi. Ecco l'origine del debito pubblico.

E non è finita.

Questo denaro noi lo depositiamo nei c/c presso le banche commerciali, le quali lo prestano (ad interesse) tenendone in cassa solo il 2%. Grazie a questo sistema (riserva frazionaria) le banche creano ulteriore denaro dal nulla, di nuovo senza nessuna garanzia o copertura. Puro denaro virtuale.

Ecco l'origine dell'inflazione: la creazione smisurata di denaro da parte del sistema bancario. Lo Stato dovrebbe stamparsi i soldi da solo, come fa per le monete metalliche, e riacquisire così la sovranità monetaria. Oggi invece non può farlo perché per legge ciò è concesso solo alle banche. PRIVATE. Pensavate che la Banca d'Italia fosse degli italiani? Spiacevole sorpresa: questo istituto è una Spa privata.

Se volete conoscere la causa di tutti i problemi socio-economici dell'uomo, finora sempre taciuta da tutti, questa sarà la serata giusta.

Alessandro Bono (Primit, Programma per la Riforma Monetaria Italiana) interverrà su questo scottante argomento venerdì 5 giugno 2009, ore 18.00 presso il Circolo Nuovi Orizzonti, via Brescia 3, Rizzi (Udine). Verranno proiettati i video "Genius saeculi" e "Moneta al popolo". Seguirà dibattito.

Ingresso libero.

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 Succ. > Fine >>

Pagina 18 di 19