Home Cultura Conferenze Il confine orientale e il “problema ebraico”

Calendario Attività

Ultimo mese Aprile 2021 Prossimo mese
L M M G V S D
week 13 1 2 3 4
week 14 5 6 7 8 9 10 11
week 15 12 13 14 15 16 17 18
week 16 19 20 21 22 23 24 25
week 17 26 27 28 29 30

logo Progetto POI

Logo Gaia

Logo Cosmoauti

banner arci

con il contributo della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

Logo Regione autonoma Friuli Venezia giulia

con il contributo del
Comune di Udine

Logo Comune di Udine

con la sponsorizzazione di

logo Bluenergy

Il confine orientale e il “problema ebraico” PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Questo articolo è stato letto 190 volte
Venerdì 22 Gennaio 2021 00:00

volantinoIl Circolo Culturale e Ricreativo Nuovi Orizzonti, in occasione del Giorno della Memoria, è lieto di presentare:

IL CONFINE ORIENTALE E IL “PROBLEMA EBRAICO”

MERCOLEDÌ 27 GENNAIO 2021, ORE 20.30

L'evento sarà trasmesso in streaming sulla pagina facebook del Circolo

 

Pochi ricordano quanto il nostro territorio regionale fosse al centro della propaganda razziale del regime fascista, così come lo era stato dell’italianizzazione forzata delle popolazioni di cultura slava. La città di Trieste, in particolare, fece da palcoscenico al discorso con cui Mussolini annunciò l’imminente promulgazione delle leggi razziali del 1938 e vide poi sorgere l’unico campo di sterminio esistente in Italia: la Risiera di San Sabba.

Quali erano le motivazioni e le caratteristiche che fecero del confine orientale il vero banco di prova del razzismo prima e dello sterminio poi? E perché ancor oggi si affronta la Giornata della Memoria cercando di rapportarla alla Giorno del Ricordo?

Ne discuteremo con Federico Tenca Montini - assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Politiche e sociali dell’Università di Trieste, collaboratore dell’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione.

Modera Michele Guerra.

 

Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,  342 160 3107